A scuola di ciclismo

da IL GAZZETTINO – Bassano del Grappa, 9 aprile 2009

A scuola di ciclismo per promuovere le risorse del territorio con l’Accademia

A scuola di mountain bike per promuovere il territorio e le sue grandi risorse. È questo in sintesi l’obiettivo dell’Accademia nazionale di mountain bike che ieri in municipio ha presentato le nuove occasioni per conoscere il territorio muovendosi in bicicletta e godendo così i vantaggi del vivere il turismo in maniera sana e divertente.

A presentare l’iniziativa il sindaco Gianpaolo Bizzotto assieme al presidente dell’Accademia Adriana Pirovano e al suo vice Otello Gazzola. In sala sono intervenuti anche Morgan Pianalto, presidente dell’Accademia di mtb dei Sette Comuni e di Bassano, Roberto Xausa in qualità di presidente di Veneto Marketing e Giuseppe Zuech (Consorzio di tutela della ciliegia di Marostica Igp).

L’associazione sportiva milanese ha dunque trovato il giusto partner in Veneto Marketing per portare alla Mena il corso nazionale per guide di mountain bike che si terrà dal 28 al 31 maggio e in collaborazione con il comune di Bassano si intende promuovere il territorio e i suoi prodotti attraverso delle uscite in bicicletta. Ecco allora alcuni ghiotti “pacchetti” offerti per gli appassionati delle due ruote e della buona tavola: sabato 11 aprile sarà possibile trascorrere la Pasqua in mountain bike passando per Bassano, S. Eusebio, Campese e Solagna e degustando poi l’asparago bianco di Bassano Dop prima di dirigersi verso Marostica e le colline di Marsan e Pianezze; nel week end del 23 e 24 maggio sarà la volta del Monte Grappa, sempre accompagnato dall’immancabile asparago; domenica 7 giugno infine si pedalerà fra ciliegie di Marostica e vino.

“Queste sono le occasioni che non dobbiamo perdere – ha commentato il sindaco Bizzotto – perché da un verso promuovono l’attività fisica in bicicletta e dall’altro valorizzano i prodotti del nostro territorio. E poi ringrazio la professionalità delle guide dell’Accademia che accompagneranno i ciclisti attraverso itinerari sicuri e fruibili da tutti”.

Per le guide sarà anche l’occasione per insegnare a stare in bicicletta e a osservare i giusti comportamenti. Ecco perché hanno tracciato tre itinerari sul Monte Grappa di difficoltà variabile, uno è adatto ai ciclisti allenati e gli altri due sono adatti alle famiglie e ai bambini in quanto prevedono un dislivello minimo.

Michele Zarpellon