(Italiano) Bassanese, in crescita la presenza turistica

da IL GIORNALE DI VICENZA – Bassano del Grappa 4 marzo 2011

BILANCIO. Positivi i dati annuali forniti da “Veneto Marketing”

Più di 2800 arrivi in un anno per un totale di 5 mila presenze, contando solo quelle registrate da Veneto Marketing. Il turismo continua a crescere a Bassano, dove il bilancio delle attività deputate all’ospitalità si chiude con un segno positivo.

A confermarlo sono i dati che la società specializzata in servizi di ospitalità e marketing territoriale ha reso noti alla Borsa internazionale del turismo di Milano.

Il quadro generale delineato dagli operatori bassanesi è parso positivo e dinamico, in netto contrasto con le stime recentemente comunicate dall’Istat sullo stato del turismo nell’intera Penisola.

«Secondo l’istituto di statistica, infatti – riferiscono i portavoce di Veneto Marketing – nel 2010 i viaggi hanno subito, a livello nazionale, una contrazione del 12,4 per cento rispetto all’anno precedente. A essere penalizzate sono state soprattutto le trasferte brevi, quelle con destinazioni italiane e in particolare le zone del Centro, che hanno assistito a una riduzione pari al 18,7 per cento. Si è inoltre notevolmente assottigliata la fetta di popolazione in grado di permettersi una vacanza».

La crisi tuttavia non sembra sfiorare il Bassanese, che dopo aver posto il sigillo ad un 2010 straordinario sotto il profilo turistico, punta ad ottenere nel 2011 gli stessi risultati.

«Da gennaio – fa sapere Veneto Marketing – circa 850 turisti si sono già rivolti ai nostri uffici per prenotare la presenza a manifestazioni o eventi locali. Basti pensare che nello svolgimento dei prossimi Campionati nazionali studenteschi di corsa campestre, che si terranno il 19 e il 20 marzo a Nove e Marostica, sono state coinvolte le squadre ufficiali di tutte le 21 regioni italiane». L’obiettivo degli operatori del territorio continuerà quindi ad essere la valorizzazione delle località più interne e di quelle montane, che verranno rivalutate attraverso la riscoperta delle manifestazioni folcloristiche, dei siti della Grande guerra, di laboratori artigianali e artistici e dei prodotti enogastronomici tipici».

«La strada prescelta per i prossimi mesi dai professionisti dell’accoglienza e dai promotori turistici è tracciata – prosegue la società – e va nella direzione di un continuo miglioramento della qualità del servizio, dell’accessibilità dei prezzi e di una collaborazione sinergica tra strutture alberghiere, enti pubblici, esercizi commerciali e amministrazioni locali, allo scopo di garantire investimenti sicuri e stimolanti e di aprire, come spiegano i responsabili di Veneto Marketing, prospettive concrete e sempre nuove, anche per i turisti più esigenti. C.Z.